baccanelli

Il Country Club Cuneo guarda già alla B2 maschile, al via il 28 aprile

Il Country Club Cuneo guarda già alla B2 maschile. Il club di viale degli Angeli è inserito nel girone 1 con Cus Torino, Monviso Sporting Club, Tennis Sanremo, Park Tennis Club Genova, TC Sale e Villaforte Tennis. Il Country Club Cuneo esordirà in trasferta, il 28 aprile sui campi del TC Sale. La domenica successiva appuntamento tra le mura amiche contro i monferrini del Villaforte Tennis. Domenica 19 maggio il Country Club Cuneo riposerà per tornare a giocare in casa domenica 26 maggio contro il Tennis Sanremo. Domenica 2 giugno sfida esterna contro il Park Genova. Domenica 9 giugno derby piemontese, nella sede di viale degli Angeli contro il Monviso Sporting Club. La chiusura della fase a gironi è in calendario domenica 16 giugno, con altro derby contro il Cus Torino, in trasferta: “L’obiettivo – sottolinea il DT del club, Moreno Baccanelli – è arrivare a giocare i play-off, in ottica promozione in serie B1. In caso di primo posto nel girone la promozione sarebbe diretta. Sulla carta le formazioni più agguerrite del gruppo sono il Park Genova e il Cus Torino ma molto dipenderà ovviamente da coloro che scenderanno effettivamente in campo, al di là dei nomi presenti in lista”. Lo sponsor dell’avventura in serie B2 della compagine maschile è Casciola Gioielli 1950.
Una squadra compatta e ben mixata quella del Country Club Tennis Cuneo, che annovera nelle proprie fila il 2.1 Andrea Gola, prodotto della scuola locale e oggi impegnato nel circuito ITF maschile, nonché negli allenamenti ai Ronchiverdi Torino con Laurent Bondaz; ed ancora il 25enne spagnolo di Malaga Andres Fernandez Canovas, classificato 2.5 che lo scorso anno difendeva i colori del Caltanissetta: “Un elemento di assoluto valore e in grado di competere ad armi pari con giocatori collocati attorno alla 600esima piazza mondiale: “Lo ha confermato di recente perdendo di misura – prosegue Baccanelli – con Giorgio Tabacco, come dice lo score di 7-5 7-6”; in lista il 2.5 primo anno under 18 Pietro Casciola, che inizierà in stagione l’esperienza con i tornei del circuito ITF; il 2.4 Matteo Berardi, il 2.6 Giovanni Becchis, impegnato negli studi universitari in America e classe 2002; completano il quadro dei giocatori il 2.6 Nicolò Giordano, il 3.1 Piervittorio Gazzola, classe 2007, e i due maestri Gabriele Dutto (capitano della squadra) e Alessio Delfino, entrambi 3.1: “Dietro intanto crescono i 2008 e i 2007 – conclude Moreno Baccanelli – che rappresentano il futuro nemmeno così lontano del circolo e della squadra”.
C’è fiducia dunque e molta voglia di far bene.


Eleonora Tranchero pensa e sogna in grande

Colpisce l’under 14 tesserata per il Country Club Cuneo Eleonora Tranchero, allenata sui campi del TC Caraglio da Andrea Baccanelli, figlio di Moreno, direttore tecnico del Country. Non parliamo solo di gesto tecnico, ma della chiarezza con la qual esprime i concetti quando parla di quello che è stato un feeling quasi immediato con il tennis: “Ho iniziato a giocare a cinque anni e mezzo. Per un anno ho condiviso gli sforzi fisici con la ginnastica ritmica, poi ho scelto e da allora non ho più smesso. Grazie al tennis ho imparato tante cose che mi sono state e mi saranno utili nella vita”. Risponde alle domande con grande naturalezza, Eleonora, anche quando le chiediamo su cosa stia lavorando in questa fase di preparazione della prossima stagione: “Stiamo cambiando qualcosa sul servizio per renderlo più efficace. All’inizio ho incontrato qualche difficoltà ma ora mi sto adattando. Poi gran lavoro anche sul diritto”. “Il rovescio – commenta il tecnico Andrea Baccanelli – è invece il suo colpo più naturale”. Non fatica a definirsi come giocatrice: “Mi piace andarmi a prendere il punto – prosegue Eleonora – dopo averlo costruito. Devo migliorare anche sul ritmo, quindi sulle variazioni, cercare maggiormente la palla corta e la rete. Ad oggi preferisco lo schiaffo al volo alla classica voleè, ma anche su questo colpo devo crescere in rendimento”. Le giocatrici che ammira sono Iga Swiatek e Aryna Sabalenka, solo per ricordarlo le due prime della classifica mondiale: “Guardando in là vorrei diventare la numero 1 del mondo e vincere più Slam di tutte. In Italia mi piace molto Jasmine Paolini per la sua determinazione”. La stagione si è  conclusa, dopo aver ottenuto la qualificazione alla Final Four della Coppa d’Inverno, con un bel successo in quel di Tirrenia il 28, 29 e 30 dicembre. Nell'ordine sono state sconfitte Lazio, Lombardia e Toscana, l'ultima con un netto 6-0. Obiettivo dunque centrato, per Eleonora e i suoi compagni di avventura. Il tempo per gli hobby non è molto ma Eleonora lo utilizza per leggere romanzi rosa e disegnare. Anche i suoi obiettivi 2024 sono ben definiti: “Giocare tornei Tennis Europe e fare bene”. I sacrifici sono molti ma condivisi: “Anche dei miei genitori, del tecnico che mi segue e sopporta, di tutti coloro che seguono la mia crescita. Insieme per una causa comune”.
Al lavoro tecnico si unisce anche quello mentale: “Soprattutto – conclude – legato alle emozioni, quelle che ti tengono attaccate al match anche quando le cose non vanno benissimo. Spesso mi arrabbio e devo imparare a gestire meglio tali passaggi. Sono una perfezionista”.

di ufficio stampa