Notizie

Buon inizio delle squadre giovanili del Country Club Cuneo

E’ stato, quello appena concluso, un fine settimana intenso per il Country Club Cuneo che ha visto scendere in campo molte delle sue squadre impegnati nei campionati delle diverse categorie (18 in totale). L’under 12 femminile si è imposta per 2-1 sulle pari categoria della Polisportiva Mezzaluna di Asti. La formazione maschile sempre di categoria under 12 ha superato i “cugini” del Park Tennis Cuneo, per 2-1. Ancora più netta l’affermazione colta dall’under 16 maschile (3-0) contro l’Area Tennis Academy. Successo anche per l’under 14 femminile B fissato sul 3-0 contro le pari età del DLF Cuneo. Esentate dal primo turno la squadra under 14 maschile A, al pari di quella femminile della stessa categoria, così come l’under 16 maschile A.
Continuando nella rassegna dei risultati del fine settimana si annotano le sconfitte dell’under 16 femminile (per 2-1 contro le pari età della VTT di Lagnasco); dell’under 14 maschile B per 3-0 contro il TC Pedona; della serie C femminile a squadre (formazione B) contro il Piazzano Novara, per 4-0; dell’Over 50 maschile tra le mura amiche contro il Poggio Agrisport di Poirino, al termine di match di singolare molto lottati.
“Nel complesso – spiega il Direttore Tecnico del circolo, Moreno Baccanelli – un buon avvio a livello giovanile. Devono ancora iniziare i rispettivi campionati la B2 maschile, la D1 e D2 maschili e la D2 femminile”.
Sul fronte internazionale si segnala la qualificazione nel main draw del Tennis Europe ITF under 14 di Maia della giovane promessa Eleonora Tranchero che ha conquistato due vittorie per salire tra le migliori del lotto. Significativa in particolare la seconda contro la francese Brunet Brady, numero 5 del seeding preliminare, fissata sul 7-6 6-1.


Buon inizio della serie C femminile - squadra A - targata Country Club Cuneo

E’ partita bene la stagione del Country Club Cuneo in serie C femminile, con la squadra A. Successo fissato sul 4-0 per la squadra cuneese colto in trasferta sui campi del Tc Laghi Valperga.
E’ maturato al termine dei tre singolari e del doppio, vinti da Eleonora Gatti sulla Noascon, con score fissato sul 7-6 6-2. Stessa classifica per le due giocatrici (2.6) e primo set molto equilibrato. Vinta la prima frazione la portacolori del Country Cuneo ha cambiato passo nella seconda chiudendo la sfida senza ulteriori affanni. A segno anche Eleonora Tranchero, 2.7, sulla 3.2 del Valperga Carola Pomatto. Affermazione netta fissata sul punteggio di 6-1 6-2. Il terzo punto per il Country Club Cuneo è arrivato da Beatrice Demichelis, classificata 2.8, sulla Moro e in rimonta (4-6 6-0 6-2). La vittoria nel doppio è arrivata dal tandem Tranchero/Brignone su quello rivale composto da Noascon/Pomatto, fissato sul 4-6 6-0 10-4 per il tandem cuneese.
“Un risultato – sottolinea il Direttore Tecnico del Country Club Cuneo, Moreno Baccanelli – che mette la nostra formazione in buona posizione per il passaggio del turno”. Domenica prossima la squadra A riposa e tornerà in campo domenica 21 aprile contro le monferrine del Villaforte Tennis, tra le mura amiche. Domenica prossima invece esordirà la formazione B del Country, sempre in serie C femminile.

L'EVENTO
La passione per il tennis in Italia è risalita a livello di quella degli anni Settanta e Ottanta, quando imperversavano Adriano Panatta e compagni. Anzi sta superando quel periodo d’oro, grazie a Jannik Sinner e agli altri azzurri. Lo si sente ovunque, dal classico “bar dello sport” ai circoli nei quali si è tornata a respirare un’aria propositiva. E’ trascorso quasi mezzo secolo ed è tempo che anche i ricordi riaffiorino. In questo settore spicca la rassegna organizzata a Cuneo “Vita da atleta: storie numeri di sport e talento” promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo alla quale hanno partecipato come ospiti e relatori in “Dialoghi sul talento” la finalista degli US Open 2015 Roberta Vinci e l’attuale capitano di Coppa Davis nonché ex 25 ATP Filippo Volandri. Presenti all’incontro alcuni componenti dello staff tecnico del Country Club Cuneo, nello specifico Moreno Baccanelli e Alberto Bodino.
Nell’occasione Roberta Vinci ha ricordato la vittoria nel 1998 da under 16 nella World Youth Cup sui campi del Country Club Cuneo, poi frequentati anche da professionista in occasione del torneo internazionale. Volandri ha invece ricordato un’esibizione al Palazzetto dello Sport di Cuneo, promossa dalla famiglia Arese, quando era legata al marchio Asics, presso il Palazzetto dello Sport di Cuneo.


Domenica 7 aprile scattano i campionati a squadre di serie C femminile. Due le squadre del Country

Domenica 7 aprile scattano i Campionati di serie C femminili che vedono impegnate due squadre del Country Club Cuneo. La formazione "A" è inserita nel Girone 1 e inizierà in trasferta contro il TC Laghi Valperga. Riposerà domenica 14 aprile ed esordirà in casa la domenica successiva (21 aprile) contro le monferrine del Villaforte. La squadra del Country è composta da Irma Eleonora Gatti, 2.6; Eleonora Tranchero, 2.7; Benedetta Prato Rabbia, 2.7; Beatrice Demichelis, 2.8; Giulia Falco, 3.1; Elisa Brignone, 3.1.
La formazione "B" è invece composta da Demetra Mazzarella, 3.1; Camilla Falco, 3.1; Angelica Ludovica Bodino, 3.3; Elena Riosa, 3.5; Lucrezia Giraudo, 3.5 e Margherita Bonelli, 4.2.
Le cuneesi sono in questo caso inserite nel girone 2 con il "Momy" (Verde Lauro Fiorito) e le novaresi dello Sporting Piazzano. Giocheranno in casa la prima il 14 aprile contro lo Sporting Piazzano e la domenica successiva andranno in trasferta contro le portacolori del Verde Lauro Fiorito.


Importante riconoscimento per il J30 del Country Cuneo

Premiata dall'ITF l'organizzazione dell'ITF J30 del Country Club Cuneo per quanto concerne l'edizione 2023. L'organismo internazionale ha recentemente lanciato un programma di riconoscimento dei tornei in calendario che rispettano i parametri e rispondono a precisi criteri di valutazione. Il J30 andato in scena nello scorso agosto nel circolo piemontese ha rispettato tutti i requisiti amministrativi e operativi e ha riscontrato il parere favorevole anche dei giocatori partecipanti. "Per tale motivo - scrive l'ITF alla dirigenza del Country Club Cuneo e al direttore del torneo Alberto Maniscalco - è stato riconosciuto come uno dei nostri eventi leader nella categoria. Per l'edizione del 2024 ci sarà nel calendario pubblicato sul sito web dell'ITF una "stella di riconoscimento. E' stato inoltre allegato un certificato personalizzato da esporre nella vostra bacheca in occasione della prossima rassegna".


Andrea Gola ha fatto una gran settimana in doppio ad Antalya, con finale

Seconda finale in carriera per il cuneese Andrea Gola, portacolori del Country Club Cuneo in serie B2 maschile e giocatore che frequenta ormai da diverse stagioni il circuito internazionale ITF, nella specialità del doppio. Il 22enne che si allena ai Ronchiverdi nel team diretto da coach Laurent Bondaz, l’ha centrata ad Antalya (Tur) in coppia con Giuseppe La Vela. I due hanno esordito superando con un doppio 6-2 i rumeni Manda e Marinescu. In semifinale hanno eliminato il tandem primo della lista al via, composto dal ceco Duda e dal tedesco Heller. Dopo aver vinto 6-3 la prima frazione Gola e La Vela hanno incassato il ritiro della coppia rivale. Nella sfida per il titolo hanno trovato dalla parte opposta della rete la coppia seconda testa di serie, formata dall’americano Felix Corwin e dal bulgaro Anthony Genov. Sono stati proprio loro da imporsi con un periodico 6-2 ma la soddisfazione per aver raggiunto l’atto decisivo del torneo, a Golae La Vela, rimane.
La prima finale in doppio il talentuoso giocatore piemontese l’aveva raggiunta qualche stagione fa (2019) in casa proprio al Country nel 25.000 $ ITF in coppia con l’argentino Ercheverry, poi salito al vertice del tennis mondiale. I due erano stati fermati dalla coppia rumena Cornea – Jecan per 6-4 6-3. Nell’edizione 2018 del 15.000 $ ITF Gola aveva sfiorato il successo contro il pari età Jannik Sinner, oggi numero 3 del mondo e campione Slam.
Ora Gola, attuale numero 1035 della classifica ATP e negli ottavi del tabellone di singolare del torneo turco, si sposterà a Cipro, ad Alaminos – Larnaca, per altri due impegni agonistici in rassegne da 15.000 $ ITF.


Buon inizio di stagione per Eleonora Tranchero

Sono diverse le soddisfazioni che la giovane Eleonora Tranchero si è già tolta in questo scorcio di stagione. La portacolori del Country Club Cuneo ha svolto attività sia internazionale che nazionale. Nella prima, a livello di tornei Tennis Europe, è salita due volte in tabellone principale superando le qualificazioni e poi un turno di main draw. E’ successo nell’under 14 di Bolton, su suolo britannico, e nell’under 16 francese di Le Chambon sur Lignon. Per quanto concerne la seconda Eleonora è andata a segno nel limitato 2.4 disputato sui campi dell’ASD Roma 20 di Cambiano dove ha battuto in finale, con lo score di 6-1 4-6 10-7 la pari categoria (2.7) Simona Pilotti. La cuneese era la sesta testa di serie al via e nel corso del torneo ha mostrato grinta e determinazione anche nei momenti delicati dei confronti, come detto in finale ma anche in semifinale contro Viola Becchio, superata 10-8 al match tie-break e in rimonta dopo aver ceduto il set iniziale. La sua crescita è dunque costante sia sotto il profilo tecnico che mentale. Il lavoro a 360 gradi dunque prosegue, supportato dai risultati e dalle motivazioni che li seguono.


Il Country Club Cuneo guarda già alla B2 maschile, al via il 28 aprile

Il Country Club Cuneo guarda già alla B2 maschile. Il club di viale degli Angeli è inserito nel girone 1 con Cus Torino, Monviso Sporting Club, Tennis Sanremo, Park Tennis Club Genova, TC Sale e Villaforte Tennis. Il Country Club Cuneo esordirà in trasferta, il 28 aprile sui campi del TC Sale. La domenica successiva appuntamento tra le mura amiche contro i monferrini del Villaforte Tennis. Domenica 19 maggio il Country Club Cuneo riposerà per tornare a giocare in casa domenica 26 maggio contro il Tennis Sanremo. Domenica 2 giugno sfida esterna contro il Park Genova. Domenica 9 giugno derby piemontese, nella sede di viale degli Angeli contro il Monviso Sporting Club. La chiusura della fase a gironi è in calendario domenica 16 giugno, con altro derby contro il Cus Torino, in trasferta: “L’obiettivo – sottolinea il DT del club, Moreno Baccanelli – è arrivare a giocare i play-off, in ottica promozione in serie B1. In caso di primo posto nel girone la promozione sarebbe diretta. Sulla carta le formazioni più agguerrite del gruppo sono il Park Genova e il Cus Torino ma molto dipenderà ovviamente da coloro che scenderanno effettivamente in campo, al di là dei nomi presenti in lista”. Lo sponsor dell’avventura in serie B2 della compagine maschile è Casciola Gioielli 1950.
Una squadra compatta e ben mixata quella del Country Club Tennis Cuneo, che annovera nelle proprie fila il 2.1 Andrea Gola, prodotto della scuola locale e oggi impegnato nel circuito ITF maschile, nonché negli allenamenti ai Ronchiverdi Torino con Laurent Bondaz; ed ancora il 25enne spagnolo di Malaga Andres Fernandez Canovas, classificato 2.5 che lo scorso anno difendeva i colori del Caltanissetta: “Un elemento di assoluto valore e in grado di competere ad armi pari con giocatori collocati attorno alla 600esima piazza mondiale: “Lo ha confermato di recente perdendo di misura – prosegue Baccanelli – con Giorgio Tabacco, come dice lo score di 7-5 7-6”; in lista il 2.5 primo anno under 18 Pietro Casciola, che inizierà in stagione l’esperienza con i tornei del circuito ITF; il 2.4 Matteo Berardi, il 2.6 Giovanni Becchis, impegnato negli studi universitari in America e classe 2002; completano il quadro dei giocatori il 2.6 Nicolò Giordano, il 3.1 Piervittorio Gazzola, classe 2007, e i due maestri Gabriele Dutto (capitano della squadra) e Alessio Delfino, entrambi 3.1: “Dietro intanto crescono i 2008 e i 2007 – conclude Moreno Baccanelli – che rappresentano il futuro nemmeno così lontano del circolo e della squadra”.
C’è fiducia dunque e molta voglia di far bene.


Eleonora Tranchero pensa e sogna in grande

Colpisce l’under 14 tesserata per il Country Club Cuneo Eleonora Tranchero, allenata sui campi del TC Caraglio da Andrea Baccanelli, figlio di Moreno, direttore tecnico del Country. Non parliamo solo di gesto tecnico, ma della chiarezza con la qual esprime i concetti quando parla di quello che è stato un feeling quasi immediato con il tennis: “Ho iniziato a giocare a cinque anni e mezzo. Per un anno ho condiviso gli sforzi fisici con la ginnastica ritmica, poi ho scelto e da allora non ho più smesso. Grazie al tennis ho imparato tante cose che mi sono state e mi saranno utili nella vita”. Risponde alle domande con grande naturalezza, Eleonora, anche quando le chiediamo su cosa stia lavorando in questa fase di preparazione della prossima stagione: “Stiamo cambiando qualcosa sul servizio per renderlo più efficace. All’inizio ho incontrato qualche difficoltà ma ora mi sto adattando. Poi gran lavoro anche sul diritto”. “Il rovescio – commenta il tecnico Andrea Baccanelli – è invece il suo colpo più naturale”. Non fatica a definirsi come giocatrice: “Mi piace andarmi a prendere il punto – prosegue Eleonora – dopo averlo costruito. Devo migliorare anche sul ritmo, quindi sulle variazioni, cercare maggiormente la palla corta e la rete. Ad oggi preferisco lo schiaffo al volo alla classica voleè, ma anche su questo colpo devo crescere in rendimento”. Le giocatrici che ammira sono Iga Swiatek e Aryna Sabalenka, solo per ricordarlo le due prime della classifica mondiale: “Guardando in là vorrei diventare la numero 1 del mondo e vincere più Slam di tutte. In Italia mi piace molto Jasmine Paolini per la sua determinazione”. La stagione si è  conclusa, dopo aver ottenuto la qualificazione alla Final Four della Coppa d’Inverno, con un bel successo in quel di Tirrenia il 28, 29 e 30 dicembre. Nell'ordine sono state sconfitte Lazio, Lombardia e Toscana, l'ultima con un netto 6-0. Obiettivo dunque centrato, per Eleonora e i suoi compagni di avventura. Il tempo per gli hobby non è molto ma Eleonora lo utilizza per leggere romanzi rosa e disegnare. Anche i suoi obiettivi 2024 sono ben definiti: “Giocare tornei Tennis Europe e fare bene”. I sacrifici sono molti ma condivisi: “Anche dei miei genitori, del tecnico che mi segue e sopporta, di tutti coloro che seguono la mia crescita. Insieme per una causa comune”.
Al lavoro tecnico si unisce anche quello mentale: “Soprattutto – conclude – legato alle emozioni, quelle che ti tengono attaccate al match anche quando le cose non vanno benissimo. Spesso mi arrabbio e devo imparare a gestire meglio tali passaggi. Sono una perfezionista”.

di ufficio stampa


Pietro Casciola si prepara per crescere ancora

Pietro Casciola è una giovane promessa del Country Club Cuneo, circolo prestigioso nel quale si allena ormai dal 2019: “Ho iniziato a giocare a tennis quando avevo 8 anni – ricorda – seguendo la passione di mio padre Lorenzo. All’epoca mi dividevo con il calcio, poi la scelta si è rivolta al tennis perché, in quanto sport individuale, sei tu che decidi il tuo destino in campo. Sono così arrivati i primi tornei, nelle categorie giovanili e via via anche l’attività internazionale, come nell’anno che si è da poco concluso, nel circuito ITF under 18”. Una stagione con diversi alti e bassi, quella 2023: “La definirei strana – prosegue Pietro – perché sono stato fermo a tratti a causa di vari infortuni. Ho però fatto bene in agosto nel torneo di casa, il J30, al quale tenevo molto, sfiorando la finale. Poi non ho potuto dar seguito al risultato perché mi sono fatto male al polso.

Ora il problema è risolto e mi sto allenando in ottica 2024”. Non tutto è ancora pianificato, ma il quadro è abbastanza chiaro: “Farò qualche Open in dicembre e gennaio. Poi un altro under 18 ITF ma da aprile cercherò di cimentarmi con il circuito professionistico degli ITF da 15.000 e 25.000 $”. Cresciuto ammirando gli idoli che hanno fatto la storia degli ultimi 20 anni del tennis mondiale, Federer, Nadal e Djokovic, “in particolare il primo”, oggi ammira molto Sinner per la sua determinazione e la capacità costante di migliorarsi.

L’impegno per diventare un giocatore è molto: “Mi alleno tutti i giorni – precisa – curando sia l’aspetto tecnico che quello fisico. Il Country è ormai un punto di riferimento nel quale mi sono inserito bene fin dall’inizio”. Lucida l’analisi di Casciola quando gli chiediamo di definirsi come giocatore e su quali aspetti deve migliorare: “Sono un contrattaccante, e riesco ad esprimermi bene in particolare con il diritto mancino. Sto lavorando molto sul servizio, che ora è più efficace, mentre devo ancora progredire con il rovescio bimane.

Fondamentale anche il lavoro mentale e tattico, cercando di abituarmi a variare sempre di più il gioco e usando più spesso la palla corta”. Iscritto al quarto anno del Liceo Scientifico Sportivo di Cuneo, il tempo per gli hobby non è ovviamente molto: “Lo utilizzo giocando alla play station, senza dimenticare gli amici, di scuola e di tennis”. I tornei più suggestivi al mondo sono, anche per il 17enne Pietro, quelli che ispirano l’immaginario collettivo: “Per fascino assoluto Wimbledon – dice – per superficie il Roland Garros. Ho sempre giocato sulla terra rossa anche se ritengo il cemento un terreno sul quale potrei esprimermi bene”. Sarà, la prossima, una stagione importante per verificare la crescita di Casciola e la sua capacità di adattarsi a scenari ancora di maggior spessore. Dunque da seguire.